Unterstützung von sozial benachteiligten, bildungsfernen Eltern bei der Berufswahl ihrer jugendlichen Kinder

Neuenschwander, markus P. and Rösselet, Stephan and Ceccherini, Amaranta and Benini, Sara (2016) Unterstützung von sozial benachteiligten, bildungsfernen Eltern bei der Berufswahl ihrer jugendlichen Kinder. Project Report UNSPECIFIED

Full text not available from this repository.

Abstract

La scelta professionale alla fine del livello secondario I è di importanza centrale perché costituisce la tappa preliminare nel percorso professionale dei giovani. I genitori socialmente svantaggiati e con un basso livello d’istruzione spesso non sono in grado di accompagnare e sostenere in modo ottimale i propri figli adolescenti, ma sono disposti ad acquisire l’abilità di offrire un sostegno adeguato usufruendo delle offerte concepite specificatamente in funzione delle loro risorse ed esigenze. Su mandato del Programma nazionale di prevenzione e lotta contro la povertà il presente studio ha analizzato in che modo la condizione di svantaggio sociale si ripercuote sulle possibilità dei genitori di fornire un sostegno adeguato ai figli nel processo di scelta professionale. La ricerca ha l’obiettivo di individuare: quali compiti devono svolgere i genitori nel processo di scelta professionale dei figli secondo gli specialisti del settore; in quale misura i genitori socialmente svantaggiati e con un basso livello d’istruzione incontrano dei limiti nel loro ruolo di sostegno nel processo della scelta professionale dei figli; in quale misura i genitori socialmente svantaggiati e con un basso livello d’istruzione hanno bisogno di sostegno per poter svolgere il proprio ruolo e nel caso di quali misure hanno bisogno e da chi devono essere offerte. Inoltre il progetto mira a redigere una guida per sviluppare offerte di sostegno che può essere impiegata quando si tratta di pianificare e attuare offerte di accompagnamento dei genitori socialmente svantaggiati nel processo di scelta professionale dei loro figli. Mediante la vagliatura della letteratura scientifica del settore, esempi di buona pratica internazionali e un’inchiesta condotta presso responsabili e collaboratori di offerte di sostegno con l’ausilio di questionari standardizzati e interviste semi-strutturate, è stata allestita una panoramica che fa il punto della situazione della ricerca e della prassi attuale. All’inchiesta hanno partecipato i responsabili e i collaboratori di complessivamente 47 offerte proposte da cinque Comuni della Svizzera tedesca, tre Comuni della Svizzera romanda, un Comune del Ticino e un Comune bilingue. I risultati della ricerca sulla letteratura e dell’inchiesta sono stati discussi, valutati e validati nel quadro di diversi seminari con specialisti di vari settori. Le offerte basate sulle esigenze concrete del gruppo target e capaci di coinvolgere attivamente e durevolmente i genitori possono contribuire a evitare o ridimensionare efficacemente la riproduzione di condizioni sociali sfavorevoli. A questo scopo, nelle diverse fasi del processo, occorre osservare un certo numero di fattori di successo emersi dalla ricerca. Tuttavia, dato che una singola offerta non può tenere conto della situazione e delle esigenze di tutti i genitori, in molti casi il successo del sostegno dipende dalla riuscita dell’assegnazione a un’offerta adeguata (triage, comunicazione chiara del profilo dell’offerta). È pertanto d’importanza fondamentale che vi siano una fitta rete di contatti, un buon coordinamento e una proficua collaborazione tra gli attori. Questo, finora, non riesce sempre in modo soddisfacente. Le offerte di successo a lungo termine valutano regolarmente le proprie proposte e ne sfruttano i risultati positivi per l’ulteriore sviluppo. Per adesso, si tende a sottovalutare l’importanza delle valutazioni e a svolgerne troppo raramente.

Actions (login required)

View Item View Item