Il modo di tassare un contribuente costituisce un’informazione verosimilmente rilevante? (Parte A)

Vorpe, Samuele (2019) Il modo di tassare un contribuente costituisce un’informazione verosimilmente rilevante? (Parte A). Novità Fiscali, 2019 (12). pp. 574-578. ISSN 2235-4565

[img] Text
Vorpe - Il modo di tassare un contribuente costituisce un'informazione verosimilmente rilevante (A).pdf

Download (128kB)
Official Website: https://www.supsi.ch/fisco

Abstract

DTF 145 II 112 (sentenza TF n. 2C_625/2018), del 1° febbraio 2019, Assistenza amministrativa ai sensi dell’art. 4 par. 1 e par. 6 lett. b e dell’art. 28 par. 1 CDI CH-FRA, rilevanza verosimile dell’informazione concernente il trattamento fiscale in Svizzera della persona toccata da una domanda di assistenza amministrativa francese. L’informazione concernente il trattamento fiscale di una persona fisica in Svizzera costituisce un’informazione verosimilmente rilevante ai sensi dell’art. 28 par. 1 CDI CH-FRA quando la domanda tende in particolare a determinare la residenza fiscale della persona interessata. In effetti, dall’art. 4 par. 6 lett. b CDI CH-FRA risulta che una persona imposta sulla base del dispendio calcolato secondo il valore locativo della sua abitazione non viene considerata quale residente ai sensi dell’art. 4 CDI CH-FRA. Ne consegue che, se una domanda di assistenza amministrativa francese mira a stabilire la residenza fiscale della persona interessata, l’informazione relativa al modo d’imposizione di detta persona in Svizzera costituisce un’informazione verosimilmente rilevante. I criteri avanzati dallo Stato richiedente per considerare che la persona toccata dalla domanda è potenzialmente residente fiscale francese figurano all’art. 4 par. 1 CDI CH-FRA, di modo che l’imposizione che ne scaturirebbe in Francia non sarebbe contraria alla Convenzione ai sensi dell’art. 28 par. 1 in fine CDI CH-FRA.

Actions (login required)

View Item View Item